lunedì 16 febbraio 2015

"Peccato d'Amore" - Diletta Brizzi

Lettori Cari, Buonasera!
Ieri mi sono allietata leggendo il secondo romanzo della saga She Is My Sin scritto da Diletta Brizzi.
Quest'oggi ho quindi provveduto a stilare la recensione che vado a proporvi ^_^


Titolo: Peccato d’Amore
Autore: Diletta Brizzi
Editore: Self-Publishing
Genere: Urban Fantasy
Formato: Digitale
Pagine: 66
Prezzo: 0.99 €

Dike è una ragazza un po' introversa con gli altri, che ama più di ogni altra cosa rifugiarsi in quei mondi fantastici dove ogni cosa è possibile che sono i romanzi urban fantasy, forse per estraniarsi dal mondo e da un passato di cui nessuno è a conoscenza se non la sua migliore amica Anna, colei che considera come una sorta di maestra e iniziatrice ai misteri della divinazione e delle arti esoteriche a cui da qualche tempo ha deciso di dedicarsi. 
E sarà proprio durante un'abituale visita alla libreria con quest'ultima che un uomo dagli occhi profondi come l'abisso catturerà i suoi pensieri e desideri, travolgendole l'animo con la sola presenza e trascinandola in un mondo dove, all'insaputa dell'umanità stessa, è in corso una millenaria guerra tra bene e male. Ammesso che tali concetti siano realmente quelli che da sempre vengono insegnati nelle scuole. 
Tra passioni, desideri inconfessabili e capovolgimenti di fronte avrà inizio per Dike un'avventura che la porterà a sperimentare sulla propria pelle quegli eventi che fino a quel momento aveva soltanto letto nei romanzi, situazioni da cui non riuscirà più a liberarsi e che la porteranno a scegliere da che parte schierarsi nell'eterna lotta tra bene e male. 



L'ho letto: ecco cosa ne penso!

«[…] da quando mi ero lasciata l’amore alle spalle, il mio sogno più grande era lavorare in quella libreria, interagire con le persone che avevano la mia stessa passione per i libri.»

Dike è una normalissima ragazza che, come tante altre, frequenta l’università di Pisa, ha un’amica del cuore, una passione sfrenata per i libri e la lettura, una storia d’amore finita male alle spalle, lo studio da affrontare e un lavoro come cameriera in un pub per mantenersi studio e alloggio.

«[…] voltandomi verso il reparto dei testi classici, incontrai lo sguardo di un uomo. I miei occhi rimasero incatenati ai suoi tanto erano particolari, sembravano ambrati. I capelli neri scompigliati gli incorniciavano il viso rendendo il suo sguardo ancora più penetrante e magnetico. »

Leonardo è un bel ragazzo, dagli occhi misteriosi, affascinante da togliere il fiato, capace di attirare l’attenzione di molte ragazze. Il loro primo incontro avviene proprio nella libreria preferita di Lei, e sembra che solo Lei sia riuscita a notarlo perché la sua amica non sembra essersene accorta.
Leonardo non compare solo in libreria, quel giorno, ma anche nei caldi e peccaminosi pensieri di Lei una volta rientrata a casa, in biblioteca il giorno dopo, riuscendo a strappargli un appuntamento.
Caso vuole che come Leonardo appare nella vita di Dike in maniera misteriosa, così l’amica Anna scoprirà un nuovo vicino di casa affascinante e interessante. Coincidenze?
Sembra tutto entusiasmante: le due amiche fanno nuovi incontri maschili, e se son rose.. ! Peccato che l’idilliaco e romantico quadretto venga rovinato da un messaggio che Anna invia sul cellulare di Dike: “Ti prego aiutami”.
Dike non tentenna davanti a quel sms e si precipita di corsa a casa dell’amica: da qui iniziano una serie di peripezie e scoperte che porteranno Dike ad una consapevolezza: Bene e Male esistono e non sono solo favolette da raccontare ai bambini per spaventarli.

«[…] Ho soltanto violato la tua mente, strappato la tua anima dal corpo…»

Davvero il terribile è solo orrendo e temibile?
Dike avrà la possibilità di scegliere da che parte stare e per quali valori lottare, pronta – forse! – a partecipare attivamente a ciò che ancora deve succedere.


La storia, ambientata a Pisa, è il secondo capitolo della saga She Is My Sin ed offre al lettore la possibilità di scoprire quella che sembra essere la storia parallela alla prima parte: questa volta è Dike la protagonista che viene – non si sa bene tramite quali poteri tra i tanti che ci sono – scovata e scelta da Leonardo che riuscirà così a raggiungere il suo obiettivo.
La ragazza dovrà fare una scelta che si rivela necessaria per poter leggere (secondo me!) l’episodio finale.

In questa occasione l’autrice riesce a dimostrare la sua versatilità proponendo un intreccio più complesso e più articolato del precedente, rivelando capacità e padronanza del lessico che va oltre il genere precedente.

L’originalità sta nel fatto che i due racconti sono diversi e engono proposti in maniera altrettanto diversa.. lasciando il lettore curioso di poter leggere presto l’ultimo romanzo!

4gufi

1 commento: