sabato 31 ottobre 2015

Il Mondo Oscuro per... Halloween!!

Amici del Bosco, buon Halloween!!
Il giorno di Halloween richiama molte e disparate credenze che fanno riferimento all’occulto, alla stregoneria, al mondo degli spiriti. Tante sono le storie legate alla festività, ma noi ve ne vogliamo raccontare solo una.
La notte di Halloween una porta si apre sul mondo degli spiriti che diventano liberi di vagare tra i dormienti. Si affacciano dal di fuori alle finestre delle case e i vivi, per evitare che gli spiriti siano tentati di entrare, devono lasciare una candela accesa sul davanzale e del cibo per tenerli buoni..
Bando alle chiacchiere!
Oggi e per tre giorni vogliamo festeggiare in grande una tradizione che, discutibile o meno, richiama tanti simboli presenti in un libro uscito da poco in tutti i maggiori store online.

Si tratta de  
IL MONDO OSCURO
di Sonia Vela

un romanzo fantasy su streghe, dimensioni inesplorate, poteri della mente..

Dal 31 ottobre al 2 novembre la versione ebook sarà disponibile a 0,49 centesimi e la straordinaria offerta non è l’unica sorpresa di questo magico Halloween! 
Chi pubblicherà sulla propria bacheca facebook e nell’evento facebook collegato all’iniziativa una foto del proprio e-reader con la copertina del libro IL MONDO OSCURO parteciperà all’estrazione di un vincitore che avverà avvalendosi del sito random.org.

Cosa c’è in palio? Naturalmente libri. Il vincitore avrà diritto a scegliere uno e solo uno tra i seguenti ebook:



Cliccando sulle copertine sarete indirizzati direttamente al link acquisto dell’ebook corrispondente dal quale potrete scoprire sinossi e caratteristiche.

Ed ora qualche informazione su IL MONDO OSCURO
Mostrami il tuo mondo.”, gli disse,
guardandolo fisso negli occhi. Ora riusciva a sostenere il suo sguardo. Quel
sogno l’aveva resa più determinata, più forte. Non doveva corrompersi, doveva
prendere le distanze da Jonathan altrimenti si sarebbe smarrita.

Il Male serpeggia tra i membri
della congrega. Due occhi inquietanti spiano Sara dal mondo oscuro. Tre amiche
per la pelle lotteranno per sconfiggere il circolo. Un sogno, una realtà
indefinita, una dimensione parallela e loro, le streghe, che con i poteri della
natura sfideranno Jonathan e i suoi alleati.

Sara è confusa, il suo cuore è in
tumulto e il suo amore è conteso. Davanti a lei una scelta che potrebbe
cambiare la sua vita per sempre.

Si tratta di un romanzo fantasy su dimensioni parallele, conflitti tra bene e male, campanelle d’argento e porte sull’indeterminato..
Un viaggio nel vuoto e nel cuore di Sara che la condurrà verso una vita nuova.


Vi invitiamo a partecipare numerosi...
Sarebbe carino che diventaste lettori fissi del blog, ma non è una regola obbligatoria.. è solo un modo per collaborare insieme a condividere l’amore per i libri. Siete tutti invitati a commentare il presente articolo indicando la vostra preferenza tra gli ebook in palio.

Ai sensi delle normative in vigore il valore del premio messo in palio consta di un prodotto il cui prezzo non supera 0,99 euro. L’iniziativa, pertanto, rispetta i criteri definiti dalla legge.

Grazie a tutti per la collaborazione e IN BOCCA AL LUPO!

12 commenti:

  1. partecipo volentierissimo seguo da un pezzo Sonia Vela e non potevo mancare
    condiviso su
    https://twitter.com/streghetta6831/status/660497501187911680
    https://plus.google.com/u/0/113323159535376562702/posts/SEUBq8Ksa4h
    https://www.facebook.com/stefania.mognato/posts/10205368209660533?pnref=story

    RispondiElimina
  2. Carissimi lettori grazie infinite della vostra partecipazione e grazie alla dolce blogger che sempre si dimostra disponibile a promuovere i libri e l'amore per la lettura!

    RispondiElimina
  3. Questa è una notte particolare dove le ombre sono null'altro che una porta verso mondi sconosciuti. Dove dalle ombre possono giungere esseri della cui esistenza si sono perse le tracce. Nella notte di Samhain vi lascio un'estratto di Ombre e vi aguro dolcetto o scherzetto.

    Il rumore cadenzato dei passi risuonava nella notte, l'eco sinistro si propagava nel vecchio vicolo, facendo da sottofondo al tremolante riflesso dei lampioni di Via De' Mercanti.
    La pioggia cadeva sottile penetrando nelle ossa, nonostante il riparo dell'ombrello. Tutte le saracinesche erano abbassate, nessuna insegna luminosa che potesse tenere compagnia lungo il tragitto. Eric camminava svogliatamente; non era lontano da casa, eppure con la stanchezza che si portava addosso gli sembrava di dover camminare per chilometri. Era sveglio dalle quattro del mattino ed era stata una giornata di quelle no. Cercare di essere psicologo e make up artist di tutte quelle donnine che si credevano la nuova Monica Bellucci a volte era estenuante. Doveva sempre dare il massimo in tempi brevissimi, a volte pensava che non ne valesse la pena, eppure quando guardava quei visi dopo averli truccati si sentiva appagato. Era il suo attimo di pace interiore che riscattava tutto il resto.
    Non vedeva l'ora di arrivare a casa, riempire la vasca con dell'acqua calda, versarci dentro degli oli essenziali e godersi una bella birra ghiacciata.
    Perso nei suoi pensieri, giunse alla traversa che l'avrebbe condotto nella corte dove abitava; si fermò sotto la luce di un lampione per sistemare meglio l'ingombrante borsone sulla spalla. In quel momento si accorse del silenzio che lo circondava, quindi rimase immobile aspettandosi di sentire in lontananza il rumore di un'auto.
    Nulla.
    Un brivido gli corse lungo la schiena poi rise di sé. Evidentemente la stanchezza gli stava giocando un brutto scherzo. Prese dalla borsa le chiavi del portone, si guardò intorno un ultima volta e con passo veloce uscì dal confortante cono di luce.
    La mattina successiva furono trovati accanto al lampione, sistemati con cura, un borsone e un ombrello.

    RispondiElimina
  4. Buongiorno e buon 1 novembre a tutti ☺️ Ho acquistato l'ebook di Sonia Velo tempo fa ma devo ancora leggerlo 😊 Ho condiviso la foto su fb..mi piacerebbe vincere l'ebook di Daniela Ruggero Genesi ☺️ Buona giornata ❤️

    RispondiElimina
  5. che bello l'estratto di Ombre è nel mio lettore e devo rimediare perchè è un ebook che devo leggere, a mia discolpa l'ho preso solo un paio di giorni fà.

    RispondiElimina
  6. Salve a tutti,
    sono onorata di essere tra i partecipanti all'evento. In questa tappa vi lascio il mito di Lilith, da cui è nato il mio racconto Epic-fantasy, in molti non conoscono la leggenda che ha dato vita a una creatura così sinistra e crudele, non tutti sanno che secondo la versione ebraica Lilith era la prima donna, colei che diede il nome alle piante e agli animali del Giardino dell'Eden e che l'idillio fu spezzato da Adamo che si considerava superiore a lei... ma vi lascio alla leggenda e ai suoi risvolti. Buona lettura.


    Raccontare Lilith è un’impresa ardua. Le sono state attribuite talmente tante facoltà che elencarle tutte sarebbe impossibile, non basterebbero cento pagine per evidenziare i mille volti di questa creatura straordinaria, che al contempo spaventa e ammalia. Nonostante ciò la visione ebraica è, a mio avviso, la più affascinate ed è quella che voglio raccontare in questo articolo, per far scoprire, a chi ancora non ha avuto l’opportunità di coglierne la magnificenza, di fregiarsi di un racconto che si è andato costruendosi su una delle più antiche storie dell’umanità, gettando un’ombra sul primo amore in assoluto: ossia la storia tra Adamo ed Eva.

    Nell’immaginario collettivo il ruolo della prima donna è riferito a Eva. Nata dalla costola di Adamo, è una creatura docile e mansueta, che accompagna l’amato nel suo percorso di beatitudine, all’interno del Giardino dell’Eden. Una donna che si lascia circuire da una creatura strisciante e sinistra, che la condurrà sulla strada della Conoscenza.

    Adamo, il dominatore assoluto di tutte le creature, compresa la sua compagna, non avrebbe conosciuto altra donna se non quella parte di sé resa autonoma dalla potenza divina.

    Il folklore ebraico, è di avviso del tutto diverso. Nella Qabbalah e nel Sèfer ha-Zòhar (Il Libro dello Splendore) Lilith è descritta come la prima donna, nata dalla terra, compagna del primo uomo. Divenuta demone perché, come tutti gli esseri creati durante i primi sei giorni della Creazione, si è ribellata a Dio, che la punisce privandola della possibilità di avere un corpo, diventando, così, errabonda tra le ombre.

    Viene in soccorso a questa tesi un passaggio della Genesi:

    « Dio creò l’uomo a sua immagine, a immagine di Dio lo creò, maschio e femmina li creò »

    (Genesi, 1:27[10])

    Continua qui: http://truefantasy.altervista.org/donne-mitiche-lilith-la-prima-donna/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ieri ho curiosato sul tuo true fantasy e devo dire che la storia che racconti di lilith vista dal punto del folklore ebraico mi ha proprio incuriosito bravissima

      Elimina
  7. Salve a tutti! Vi lascio il link Facebook per un assaggio del mio fantasy "Praemonitus. L'ombra del destino", edito da Lettere Animate. :)

    https://www.facebook.com/praemonitus.lombradeldestino/photos/pb.681057638634163.-2207520000.1446470605./742693522470574/?type=3&theater

    RispondiElimina
  8. Ciao a tutti! Sono felicissima di partecipare e per stuzzicare l'intertesse sul mio libro vi lascio un piccolo estratto:
    [...] "La figura osservò il foglio rattrappirsi, accartocciarsi, vide gli angoli ripiegarsi su se stessi e sparire inceneriti dalla forza del fuoco. Quel fuoco che sembrava vivo e pareva parlarle, invitarla a continuare nel suo compito, che la seduceva con la danza vorticosa delle lame gialle e rosse affamate di altre pagine. La donna, con un lento movimento della mano, scostò un po’ di fuliggine che, volteggiando nell’aria, si era adagiata sulla gonna.
    Sorrise. Uno di quei sorrisi che non si possono dimenticare, quell’enigmatico sollevar di labbra che anche Leonardo aveva voluto fermare nell’attimo della sua apparizione, un gesto che denotava serenità d’animo e soddisfazione. Erano esattamente quelli i sentimenti che albergavano in lei, mentre proseguiva nel suo lavoro. Non c’erano preoccupazione, né ansia, né timore nel suo cuore. Solo una grande pace, un’assoluta e incontrovertibile sensazione di appagamento. Fu così, che afferrò l’altra pagina e la strappò." [...]

    RispondiElimina
    Risposte
    1. un'altro stralcio del tuo ebook otto sottili fili di fumo mi stai proprio incuriosendo ahahah

      Elimina
  9. Ciao, allora partecipo più che volenteri.
    Ho condiviso e messo la foto acquisto dell'ebook su facebook.
    Seguo i blog e si facebook sono Catia Nicolosi.
    La mia email è nicolosicatia@hotmail.com oppure catianicolosi@hotmail.it
    L'ebook che vorrei é Love Girl di Sally Parker. Non è stato facile sceglierne solo uno.
    A presto, incrocio le dita.

    RispondiElimina
  10. Eccomi ho fatto LA foto, seguo I blog. Su fb sono Patrizia Braggion, LA mia e.mail é pat.bra@virgilio. It. She vinco mi piacerebbe l'ombra del destino di Giulia Rizzi. Grazie

    RispondiElimina