martedì 3 maggio 2016

I Martedì delle Ragazze - Citazioni e Tazze di The #10


Amici Lettori,
dopo alcuni martedì di placido silenzio non perché si è dormito sugli allori, bensì perché abbiamo festeggiato la cicogna che è passata a casa di VIRGI, torniamo insieme a Lei e a DEB a parlare di Citazioni e Frasi più belle dai libri letti o in lettura.

Anche quest'oggi mettiamo su un buon the caldo, scegliamo i pasticcini più ghiotti e diamo sfogo alle nostre chiacchiere letterarie!



VIRGI

"Libero arbitrio, eh? Bè, è davvero una stronzata". E poi sorrise – sorrise – a me, un sorriso vero, completo di fossette. «Ho perso me stesso nel momento in cui ho trovato te.»

Caldo come il fuoco Jennifer L. Armentrout

Ho scelto queste parole perché credo che quando ci si innamora di una persona, quello che siamo venga messo da parte, le priorità diventano altre e la nostra individualità - inevitabilmente - si fonde con quella della persona che amiamo.


DEB

«I bambini sono incredibili — il loro intuito, la loro capacità di adattarsi e accettare, crescere e amare. Sono anche potenti. Saremmo tutti davvero nei guai seri [la blogger fa presente che ha usato una "sfumatura" della versione originale :P] se si rendessero mai conto di quanto potere hanno su di noi. Perché il caloce, il fremito, il folle orgoglio, il sentimento di totale devozione che mi invade - è indescrivibile. E Raymond l'ha fatto. Mi ha dato questo.»

"Sidebarred" di Emma Chase [Tradotto da me]

Ho scelto questa frase perché mi ha commosso e mi ha trasmesso tantissimo amore, anche se non sono un genitore credo che descriva meravigliosamente il sentimento che dovrebbero suscitare i figli


IO

"Vorrei solo che mio figlio assomigliasse un po' di più a suo padre..." [...]
"Lo amo più della mia vita, come amo Aethorn e Aeron. Ma ci ha trascinati in questa guerra e non posso fare a meno di domandarmi se le cose sarebbero andate così con Aurelien al suo posto".

"Il Figlio del Drago" di Stefano Mancini.

Chi parla è l'elfa Eleyn, madre di Re Kalanath del popolo dei ryn, mentre si confida con Odhemis, saggio e studioso, sul perché di una guerra voluta fortemente dal Re e che, per oltre un anno, vede impegnati il popolo degli Elfi contro quello dei Nani.
Non è facile essere alla guida di un popolo: a volte gli errori per il proprio orgoglio sono pagati anche da coloro che non hanno avuto scelta.


Per questo martedì è tutto, ci aggiorniamo la prossima settimana!!

Nessun commento:

Posta un commento