mercoledì 14 dicembre 2016

[BlogTour] "Legio M Ultima. Sfida all'impero" di I Demiurghi [3° Tappa] - Alla Scoperta dei Personaggi: Pendaran e Minea

Amici Lettori,
benvenuti a questa nuova tappa di blogtour: quest'oggi ospitiamo I Demiurghi che ci hanno coinvolto nel presentare in tourné il romanzo LEGIO M ULTIMA - SFIDA ALL'IMPERO, supportato dalla Astro Edizioni.

LEGIO M ULTIMA - SFIDA ALL'IMPERO
I Demiurghi - Astro Edizioni
13.90 € - Fantasy - Acquistalo Qui
I personaggi della Legio M Ultima sono delle personcine - come dire? - un po’ sopra le righe. Poi, ovviamente, essendo la Legio M Ultima e, in primis, la Specula un’organizzazione segreta, almeno nel primo quinquennio dalla sua fondazione, con attività e squadre dislocate in ogni angolo dell’impero, diventa chiaro e lapalissiano come eventuali antagonisti dell’impero, dai Riformisti agli Assassini di Seth, abbiano tutti gli interessi a infiltrarsi in un’organizzazione del genere e carpirne i segreti.

Ma in queste tappe particolari vi vogliamo presentare i personaggi che costellano e che entrano di prepotenza nella storia narrata esigendo la loro dose di attenzione. Perché nessuno è protagonista indiscusso, ma lo sono tutti. Questa è, forse, la principale caratteristica di questo nostro romanzo: è la squadra la protagonista, non il singolo. Possono esserci degli assoli interessanti, ma più o meno capitano a tutti.


Vediamo un po’ i personaggi di oggi, ora.



Pendaran di Britannia


Gatighot, il guerriero germanico, lo definisce “vecchio gufo” e tutto sommato tende a fare un po’ la
parte della cassandra, anche se nel suo caso i compagni son abbastanza saggi da dargli retta praticamente sempre.

E’ un druido, per cui è in grado di sfruttare la magia che è naturale a lui e a tutti quelli come portati per il contatto con la Madre e tutto ciò che ne consegue. I druidi britannici si sono divisi in due fazioni, quelli a favore di Roma e coloro invece che avversano l’antico nemico conquistatore e che vorrebbero riprendersi la sovranità che le leggi di Roma ha tolto loro. Tuttavia questa divisione ha innescato una reazione violenta nei ribelli che, dopo essere stati allontanati dalla congrega dei druidi di Britannia hanno iniziato ad attaccare gli avversari, onde evitare che mettessero al servizio di Roma i poteri dei druidi.

Questa ribellione interna e questa sorta di vendetta colpisce anche Pendaran il quale, dopo l’apposizione dell’anatema, non sarà più in grado di compiere magie o divinazioni a meno che  non sia ubriaco fradicio. Così come lo si incontra in “Legio M Ultima”, per l’appunto.

Viene spesso chiamato “vecchio”, poiché ha già il doppio degli anni degli altri, supera già i quaranta quando viene assegnato alla coorte XII, ma nessuno oserebbe mai usare un tono dispregiativo.

Un consiglio? Girategli al largo se lo incrociate ubriaco e incazzato. Fa male, molto, anche se sembra inoffensivo.


Minea Nefer Talia

Sapiente egiziana, viene integrata nella coorte XII in seguito alla fuoriuscita dalla stessa di Azia. E riesce a far rimpiangere ai compagni la “domina di ghiaccio”. Il che, è tutto un programma, anche se nonostante questo tutti finisco per fidarsi di lei, per la prova di fedeltà che dà al momento del bisogno e delle sue inoppugnabili competenze mediche che lei sa ben sfruttare per guadagnarsi se non le simpatie, quanto meno il rispetto altrui.

Minea è un sapiens medicus, quindi una sapiente edotta principalmente in medicina. Parla fluentemente sei lingue regionali dell’impero, oltre al latino e al greco ed è “malata di magia”. Prima di essere arruolata nella Specula, Minea studia la magia egiziana nella città natale, Avaris, all’ombra della protezione di Seth, il dio distruttore. Quando nella Specula scopre di poter aumentare a dismisura i propri poteri si lascia corrompere dal potere e ne cercherà sempre di più, mirando a diventare la maga più potente di tutti. Scaltra e meticolosa, pur essendo sospettata di essere membro della setta degli assassini di Seth, nessuna prova lo conferma.


I personaggi sono stati abilmente illustrati da Andrea Tentori Montalto e sono immagini veramente belle.. effettivamente si avvicinano molto a ciò che mi era venuto in mente leggendo le descrizioni per cui così sicuramente aiutano meglio la nostra immaginazione ^_^




Non vi resta che seguire il blogtour di cui ora vi lascio le date e i blog dove potrete trovare ogni cosa..

TAPPE DEL BLOGTOUR



Non mi resta che augurarvi buon viaggio: io sono già stata tentata dall'acquisto di questo romanzo per cui... ecco.. se anche a voi viene l'acquolina in bocca non lasciatevelo scappare: può essere un ottimo regalo di Natale, non necessariamente per gli altri ^_*


Nessun commento:

Posta un commento