mercoledì 15 febbraio 2017

Un viaggio nei GDR online : Game of Thrones. Welcome to the Kingslanding

Buona sera amici del Bosco.
Come ormai ben sapete, da quest'anno il nostro blog si occupa anche del fantastico mondo dei GDR.

Oggi in particolare ve ne voglio presentare uno, di cui io stessa faccio parte. Ma prima, per chi se lo fosse perso, vi linko l'articolo del nostro Francesco, dove soprattutto ci viene spiegato in maniera molto dettagliata cosa è un Gioco di Ruolo

Dopo aver ripassato ben benino la definizione di GDR, passo a parlarvi di uno tra i più belli e funzionanti:






AMBIENTAZIONE


Come penso abbiate ben capito dal titolo, ci troviamo nel fantastico mondo di George Martin e del suo famosissimo e amatissimo Gioco dei Troni.
All'interno del gioco ci troviamo, attualmente nel 304-305 anno dalla conquista. 

Dal regolamento del GDR

Nonostante sia risaputo che Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco sono ambientate in un Epoca simile al Medioevo, il nostro gdr avrà delle diverse caratteristiche aggiuntive che si possono definire come medieval-steampunk. 3.2 Ci troviamo ancora tra il Westeros e l'Essos, un mondo governato da un reame e progettato per essere diviso tra le casate nobiliari. Le principali casate resteranno infatti invariate, così come le casate minori e gli ambienti di gioco. I territori in cui è diviso il Westeros, saranno sotto la supervisione ed il governo delle suddette casate maggiori.3.3 Lo stile di vita sarà quello già conosciuto tramite i libri e la serie televisiva, tuttavia vi saranno tratti steampunk più o meno evidenti: macchinari meccanici utilizzabili grazie all'ausilio del vapore, costruiti in ferro e ghisa, grande utilizzo di questi materiali nella creazione di decorazioni, gioielli ed attrezzature legate alla vita di tutti i giorni o a quella più elitaria. Potrebbe essere presente, negli ambienti più ricchi e nobiliari, la corrente elettrica ma solo il piccola scala. Essa sarà capace di suscitare, nel popolo, stupore e meraviglia.

In questo GDR si ripercorrono i fatti della saga che ha fatto innamorare milioni di lettori, ma non solo. Si va avanti con la Storyline delle varie famiglie, dando loro più risalto, inventando anche nuovi personaggi e casate. Dando così la possibilità al giocatore di non mettere freni alla propria fantasia.


LA PIATTAFORMA


Il GDR usa la piattaforma Forum Free, che consente davvero maggiori possibilità rispetto ad alte piattaforme. 

Il Game of Thrones GDR si presenta subito di facile navigazione, fin dalla prima pagina, dove sono racchiusi, in maniera molto semplice e pratica, tutti i settori utili, dal regolamento alla storyline, dalla descrizione delle casate a quelle dei singoli personaggi. La grafica la fa da padrone, poiché l'impatto visivo è davvero bello.


COME SI GIOCA

Riprendendo le parole stesse, poste all'interno del regolamento, è importante sapere che "I giochi di ruolo by forum sono improntati sulla scrittura, quindi è necessario che questi esprima, racconti utilizzando i sensi dei vostri pg a tutto tondo, ciò che avviene nei minimi dettagli, per rendere più completa e piacevole la lettura della role.". 
Quindi si gioca aprendo un topic, nella sezione predefinita e scrivendo. È quello il compito fondamentale del giocatore, scrivere, senza mettere limite alla fantasia ma seguendo le regole di base di un buon utilizzo della lingua italiana.
Ai fini del gioco vi sono anche dei punti, che il giocatore guadagna con la conclusione di una role, partecipando alle varie iniziative del forum. Il tutto rende davvero attivo e interessante il gioco in sé.



I FONDATORI

Questo GDR nasce dall'impegno e dalla bravura, soprattutto dalla grande buona volontà, di cinque ragazzi stupendi e professionali, che con le loro idee tengono vivo questo mondo.
Ho pensato così di lasciar loro la parola con una piccola ma interessante intervista, loro sono Valsi, Tizi, Cla, Juls e Lorenzo

 1) Come e quando è nata l'idea di un GDR sul mondo di Game of Thrones?
Juls: quando mi sono iscritta, il GDR era già partito anche se da poco quindi appena l'ho visto mi sono messa a spulciare in giro le varie cose e dopo aver letto in giro i regolamenti e le varie prenotazioni mi ha colpita
Cla: Il gdr è stato originariamente creato da Vals, Tizi e un'altra ragazza! Aveva poi chiuso, che io sappia! Due estati fa mi sono appassionata anch'io al mondo got, leggendo tutti i libri tra luglio e agosto, in previsione di iniziare la serie TV a settembre e mettermi in pari prima della sesta stagione. Siccome si parlava di got tra di noi (dato che facevamo parte anche di un altro gdr a tema Harry Potter), allora è nato il desiderio di tornare a ruolare anche lì :3 and... this is how I met your mother ahah
Vale: L'idea è nata sì per la passione nei riguardi del mondo martiniano ma anche e sopratutto dall'interesse di creare un gioco di ruolo in cui non vi fosse l'egemonia degli amministratori/padroni. Provenendo da un GDR a tema GoT di questo tipo, decisi di crearne uno mio in cui poter costruire un rapporto più umano e più sano con gli utenti ponendo la storia in mano agli utenti stessi e non lasciandola al potericchio di pochi. Inizialmente si sono unite Tizi ed un'altra ragazza che si chiama Elena, ed in secondo momento Claudia.  Il nostro GoT ha avuto una vita un po' turbolenta ma in ogni caso l'idea, il desiderio che accomuna tutti è quello di potersi destreggiare in un universo fantasy che ci piace e che ci appassiona.
Tizi: Allora, quello che ha spinto inizialmente ad unirmi al gdr è stata, senza dubbio, la mia passione per la lettura, per il fantasy e per la scrittura! In secondo luogo trovo che il mondo martiniano abbia un potenziale incredibile, soprattutto se si parla di gdr! Ci sono TANTISSIMI personaggi estremamente diversi, culture diverse, etnie diverse e da modo così agli utenti di dare libero sfogo alla loro fantasia!!

2) Perché avete scelto il forum e non una piattaforma come Facebook o  google?
Lorenzo: Io direi comodità. Io ho ruolato solo by chat ed è scomodo, tutto molto immediato e poco riflessivo, quasi impersonale per gente come me che immagina prima la situazione per scene e poi cerca le parole per descriverle
Tizi: Mmm, non ho mai partecipato a gdr su quelle piattaforme ma non me ne hanno mai parlato troppo bene!! Inoltre penso che la grafica faccia molto e stimoli anche la fantasia e l'immaginazione
Juls: Per quanto mi riguarda, ruolando dal 2009 by forum non riuscirei a pensare ad un GDR in cui si ruola su piattaforme diverse tanto più con un mondo tanto vasto e particolareggiato come quello di Martin
Cla: Personalmente, non mi piacciono affatto i gdr su facebook (per google che s'intende, invece? 🤔), infatti non ne ho mai fatto parte! Penso che il forum invece sia ordinato per la possibilità di aprire discussioni tra pochi o molti utenti, per la divisione in sezioni... Perché è come se ti facesse entrare in un mondo "fantastico" e immaginario nel vero senso della parola. Facebook è qualcosa che vivo nella quotidianità, è troppo reale!
Vale : Sono affezionata a forumfree e da maggiori possibilità rispetto ad altre piattaforme. Oltre ad avere un forte regolamento di base, ed essere modificabile in tutti quei dettagli che fanno la differenza ( per esempio la grafica, ma anche solo la grandezza del testo! ), trovo che sia di forte impatto per chi ci si affaccia: approdare su un forum ti catapulta nel mondo in cui è ambientato, grazie a tutti quei dettagli che per esempio facebook non supporta. Inoltre personalmente trovo facebook, ma anche i by chat, troppo poco riflessivi, frettolosi quasi, e alla base di ogni gioco di ruolo secondo me invece deve esserci un'idea da sviluppare e da portare avanti con la giusta calma.

3) Quali sono le maggiori difficoltà dello gestire, insieme, un GDR? Vi siete mai trovati in disaccordo?
Vale: Le maggiori difficoltà spesso sono gli utenti troppo pretenziosi, quelli che vorrebbero creare personaggi invincibili e non leggono i regolamenti facendo i propri comodi. Qualche volta ci siamo trovati in disaccordo, sì, ma niente di irreparabile ed inconciliabile: siamo tutti grandi e se ne discute tutti insieme
Tizi: Mmm, no, non troppo almeno! Si propongono delle idee e, a maggioranza, le si accettano o meno! È il modo migliore per gestire le cose
Lorenzo: Personalmente no, e basta ascoltare e venirsi incontro. Il piu secondo me è accordarsi coi tempi perché si potrebbe finire per avere gente come me che nn fa una ceppa nello staff e gente come le altre che si smontano per il da farsi xD
Juls: In realtà grandi disaccordi non me ne vengono in mente... Certo, bisogna far coincidere tante idee e tanti pareri diversi ma non abbiamo mai avuto grandi problemi a farlo, no? più che altro il problema sta nel cercare di riportare a trame giocabili tutti
Cla: Sicuramente cercare di accontentare tutti è la difficoltà più grande. Soprattutto in un gdr come quelli ad ambientazione martiniana, dove ci sono un sacco di famiglie, popoli, storyline, è difficile stabilire a cosa dare priorità. Per esempio siamo stati accusati di privilegiare troppo il Nord, perché stavamo mandando avanti quella parte di storia... insomma, non è facile gestire tutto contemporaneamente! E non è facile avere tutto controllo

4) Secondo voi cosa tiene vivo, e soprattutto duraturo, un GDR?
Tizi: Una storyline interessante, gli utenti e molti eventi (come le role di gruppo) che possano coinvolgere il maggior numero di persone!!
Juls: Indubbiamente la presenza di utenti ma, forse, ancora più di quella, proprio le idee e la capacità di coinvolgere chi ruola e chi legge
Vale: Secondo me le persone che lo popolano, la voglia di giocare, la passione e l'interesse che ci si mette sia come staffer sia come utenza. Un forum senza utenti non può resistere così come un forum senza amministratori. Quindi senza dare effettivi spunti, senza coinvolgere e lasciarsi coinvolgere dai pg e dalle loro vicende, il gioco di ruolo non sopravvive.Deve esserci un connubio tra utenti ed amministratori, un aiuto ed una voglia reciproca di fare e di sperimentare ongdr
Cla: Sì, certamente la voglia di ruolare degli utenti, ma penso soprattutto sia importante la capacità di coinvolgimento dello staff, perché chi non si sente abbastanza "dentro", molto spesso, molla. E diciamo che questo è un po' da attribuirsi alla capacità di adattamento dell'utente, un po' anche allo staff (ci sono casi in cui ad esempio lo staff non ti calcola neanche se spari fuochi d'artificio, questo potrebbe portare ad abbandonare). Penso che conoscersi anche al di fuori del gdr (vedi noi che abbiamo il gruppo su whatsapp), possa aiutare. Hai modo di far presente che hai un impegno imminente e non ci potrai essere, ecc. Si diventa, oltre che compagni di role, anche amici, e secondo me questo può contribuire a tenere vivo il gdr

5) In un GDR una parte fondamentale è la grafica. La vostra è semplicemente perfetta, vi va di parlare delle vostre scelte grafiche?
Tizi: È Vals l'anima di tutta la grafica, è la nostra maghetta di ps
Juls: Valsi è troppo brava, punto!
Vale: Solitamente il processo grafico è più o meno il seguente: scegliamo l'argomento su cui verterà la grafica ( meno spesso vado dove mi porta il cuore ) e mentre abbozzo una palette di colori - solitamente non accecanti o fastidiosi per lo sguardo degli utenti - proponiamo sul gdr delle votazioni per far sì che sia l'utenza a decidere chi verrà rappresentato nei loghi in alto. A votazioni avvenute la grafica di prova viene assemblata e con l'aiuto di #mya e di Juls realizzo i vari dettagli come appunto i loghi e le varie immagini per la tabella. È ovvio che per i temi ci ispiriamo alla saga: abbiamo avuto la grafica sul Culto dei Sette, sull'Accciaio di Valyria ed attualmente su Occhio degli Dèi, un famoso lago citato nelle Cronache.
Cla: La grafica è interamente merito di Vals, Juls ed Ele, io proprio non sono capace. Penso sia una parte importantissima, molto spesso ci si iscrive proprio perché attratti dalla grafica. Sì, ecco, proponiamo un tema e poi si vota il pg che si pensa lo rispecchi di più, e che dunque comparirà nel logo!

6)Guardando le impostazioni che avete dato al GDR, come la storyline precisa nel più piccolo dettaglio, o il regolamento, si denota una cura e un'attenzione non comuni. Seguite la saga scritta, meno la serie. Eppure avete scelto di tenere in vita due personaggi che però ci hanno lasciato sia nei libri che in TV (Oberyn e Robb ndr). Perché questa scelta?
Juls: Non so dirti chiaramente i motivi visto che la storyline iniziare è opera di Valsi, Tizi e Cla; per quanto riguarda il mio parere credo che sia stata una scelta molto mirata e furba da un lato per creare una storyline nei limiti del possibile originale e dall'altro nel dare la possibilità di muovere e avere come PG effettivi nell'anno in cui si svolge il GDR due personaggi affascinanti che sono stati, a mio dire, raccontati troppo poco.
Vale: In realtà sono ben più di due, basti pensare a Lyanna e Rhaegar oppure a Robert Baratheon e Rickon Stark, o ancora Arthur Dayne, Aegon e Rhaenys Targaryen. Sono scelte dettate dal cuore, dall'amore viscerale che si nutre per un personaggio in particolare. In questo caso, più di uno. Inoltre averli lasciati in vita ha dato più possibilità e più filoni a numerose altre sottostoryline: la Ricostruzione di Valyria, La Presa di Grande Inverno che poi effettivamente abbiamo visto nella serie tv, ecc ecc... Come detto molti dei personaggi redivivi sul gdr sono quelli che più abbiamo amato su carta e sullo schermo, ed in questo modo abbiamo cercato di invogliare i giocatori a vivere le avventure che nella saga sono state loro precluse.
Cla: Diciamo che per quanto riguarda Robb, la cosa è nata un po' per caso. Anzi, è nata proprio come una battuta, se ricordo! A me sarebbe piaciuto molto interpretarlo e, una cosa tira l'altra, in staff è andato bene a tutti! Non so, pensavo potesse dare opportunità di ruolare non solo a me, ma anche a persone che avessero voluto intrecciare la propria storia con la sua. In linea di massima, con i personaggi deceduti, se ci viene richiesto di "resuscitarli", valutiamo se la cosa sia fattibile e non vada troppo ad inficiare la trama della storia. In ogni caso non ci dispiace inserirli, vedi Lyanna che ha aperto il "filone" Valyria... io li vedo più come delle opportunità che danno spunti e voglia di ruolare ulteriormente! E la stessa cosa vale per Oberyn. E sì, è vero che seguiamo i libri, ma ci piace mettere qualcosa di nostro, qualcosa di più fantasioso
Tizi: Sono d'accordo con quanto detto sopra dalle mie colleghe!! È stata soprattutto una scelta dettata dal cuore ma, in più ha dato modo di arricchire il gdr con nuove storyline e di dare un tocco Nostro al tutto

7) Penultima domanda. Tra i topic presenti nel GDR vi è uno in particolare, che personalmente adoro. Parlo de "La casa degli Eterni". Il GDR nasce per scatenare e lasciar vagare la fantasia dei player, nei limiti però della trama. Nella Casa degli eterni invece possono davvero sbizzarrirsi, sconvolgere completamente trama e uscire dalle regole. Perché avete pensato a una sezione del genere?
Lorenzo: Io ho appoggiato subito l'idea anche se all'epoca (mi pare) non facevo ancora parte dello staff. Sostanzialmente a tutti piace andare controcorrente, poter vedere Theon morto e Eddard vivo! O ancora calarsi nei panni dei propri pg ma in altre vesti (Lucerys prima o poi darà di matto la dentro) e quella sezione fornisce una pagina bianca su un titolo ben impostato come game of thrones
Cla: La sezione della casa degli eterni la adoro. È stata pensata anche perché a volte piacerebbe interpretare un determinato pg, ma non si può perché l'ha qualcun altro. Oppure, non so, lì potresti inventarti che ad esempio Arianne è la regina di Westeros ed è sposata con... boh, Jaime Lannister! Insomma, creare queste situazioni surreali può essere divertente e stimolante! E potrebbe anche farti decidere di interpretare un pg
Juls: è forse stata la prima idea che ho visto in anteprima come staffer ed è una cosa che mi è sempre piaciuta, insomma una sezione alternative Universe in cui muovere liberamente e senza preoccuparsi della storyline generale i propri personaggi è sempre una cosa piacevole e anche se più "leggera" lascia spazio ad innumerevoli possibilità come ricreare il torneo ad Harrenhal o cose che gli utenti hanno letto e vorrebbero ruolare nuovamente
Tizi: Non ricordo a chi sia venuta l'idea per questa sezione, credo a Vals ma non ne sono sicura, comunque è geniale!! Permette di divertirsi e di lasciare libera la fantasia, senza troppi freni o schemi, senza pensare alle storyline o ad altro!!
Vale: Io concordo con quanto detto: la Casa degli Eterni da l'effettiva possibilità di giocare tra i più disparati universi di gioco ed è molto interessante e divertente!

9) Ditemi un personaggio del GDR che amate, ne potete scegliere solo uno e può essere uno dei vostri oppure uno interpretato da altri. Naturalmente motivate
Tizi: Beh, ok, io sarò scontatissima e sceglierò il mio primo pg, Jon Snow!! L'ho adorato da subito, dalle prime pagine, probabilmente perché sono sempre stata un'avvocato delle cause perse, non so! Mi piaceva il suo essere silenzioso e riflessivo, il profondo affetto che nutre per sua sorella Arya, la moralità che suo padre gli ha trasmesso, il voler essere importante almeno in qualcosa che lo ha poi spinto ad unirsi ai Guardiani della Notte per non parlare delle sue origini sconosciute, del mistero che aleggia sin da subito su chi sia sua madre e per l'odio ingiustificato che Catelyn nutre verso di lui fin da quando era solo un bambino! È un personaggio che mi ha sempre affascinato e che amo interpretare perché è molto introspettivo!!
Vale : Partendo dal presupposto che ci sono davvero tantissimi personaggi degni di nota e da encomio, il mio preferito prima nella saga cartacea e poi sul GDR è Lyanna Stark. Il personaggio è controverso, se ne sa poco ed è avvolto da un grande alone di mistero, ma a mio parere è molto più di ciò che Martin racconta ed ho cercato di renderla così come me la sono sempre immaginata: forte, volitiva, ma materna e pronta a tutto per difendere i propri affetti ed il proprio amore.
Juls: Allora, premetto che è forse la cosa più difficile che abbia mai fatto (?) perché mi sento tipo la madre che deve scegliere tra i figli, il mio amore resta Theon. Cioè non so neppure spiegare il motivo ma è un personaggio che mi ansia un sacco muovere eppure mi viene anche semplice benché non sia un campione di moralità. Lo vedo più una vittima anche se forse tendo a difenderlo troppo, è senza ombra di dubbio un personaggio "neutrale" nel senso che non è nè un buono nè un malvagio ma è solo terribilmente umano nel suo desiderare di essere apprezzato, nel fare di tutto per sentirsi accettato da un padre che non lo ha mai considerato e sentirsi parte di una famiglia che sentiva propria ma in cui, con poche eccezioni, è sempre stato visto come un ospite nella maggior parte delle volte sgradevole. Non riesco a non volerlo abbracciare forte forte e nulla, scusate il poema
Lorenzo‬: Degli altri purtroppo ho letto poco, ho poco tempo, ma in assoluto devo dire Lucerys. Premetto che sono dell'idea che per innamorarsi di un pg bisogna innanzitutto tutto giocarlo e che la scheda sia una linea guida da arricchire man mano che si va avanti e scelgo uno dei miei pg proprio per questo: Ho imparato a viverlo e a "conoscerlo". Per far capire il perchè proprio lui potrei dire che Lucerys è stato il primo che ho creato con cognizione di causa, il primo con cui mi sono sentito a mio agio scrivendo (in questo contesto ovviamente) e il più vicini al mio io interiore ecco...
Cla: Allora, io ancora non lo so eh. Ahaha me ne piacciono moltissimi! Devo dire che il mio limbo oscilla tra quelli che leggo di più, cioè Electra Piper e Jon Umber! Tra i due decido di votare Electra in quanto pg inventato, perché ritengo che essere credibile con un pg che non sia già stato "realizzato" da Martin sia una marcia in più! Beh, il motivo è scontato: a parte essere la sposa di Robb, la trovo una donna indipendente e forte, ha persino più carattere di Robb stesso. In genere mi piacciono i pg di questo tipo perché sono come dei "modelli" per me.



Con questa intervista ho concluso il mio viaggio all'interno del GDR online.



1 commento: