sabato 10 marzo 2018

[Segnalazione]-Nessun posto per nascondersi di Luigi Gucciardi

Buon Sabato a tutti i nostri ospiti del bosco. Oggi vi segnaliamo il nuovo romanzo targato Fratelli Frilli Editori, parliamo di "Nessun posto per nascondersi"





Pagg. 304
coll. I Tascabili Noir
€12,90
Isbn 9788869432460






Molte cose risultano estranee alla mentalità e allo spirito di una squadra di
calcio, e una di queste è l'omicidio. Fino alla notte in cui, appena finito il
campionato, viene torturato e ucciso il medico sociale della Modenese F.C.
L'indagine, affidata al commissario Cataldo e subito difficile per assenza di
indizi e di moventi, si complica ancor più al ritrovamento, due giorni dopo, di
un altro cadavere, stavolta ben più noto in città: il brasiliano Valdir, bomber
della squadra e fidanzato con la figlia del ricco sponsor. L'opinione pubblica è
scossa, i tifosi sconvolti, e Cataldo – al culmine della maturità professionale,
ma incupito da una pena segreta, che riguarda la sua vita privata – inizia un
lungo e angoscioso viaggio attraverso un mondo a lui del tutto ignoto.
Coadiuvato da due giovani colleghi, spesso ahimè in competizione fra loro, il
commissario penetra ben presto in un sordido intrigo di omertà, passioni
illecite, doppie vite, ricatti, tradimenti, invidie, vendette, avidità, dove ognuno
ha qualcosa da nascondere e nessuno è come sembra che sia. E mentrel'assassino continua a insanguinare l'ambiente calcistico di nuove vittime,
Cataldo è costretto a impegnarsi in una corsa disperata contro il tempo – tra i
segreti del passato e gli orrori del presente – e insieme a lui il lettore vive lo
stesso tormento di brancolare nel buio e, fino all'ultimo, di vedere impunita
una serie di delitti freddi e spietati.



L'autore
Modenese, insegnante di liceo e critico
letterario, Luigi Guicciardi è il creatore del commissario
Cataldo, poliziotto al centro di una serie di mystery: La calda estate del commissario Cataldo (1999;
Heyne, München, 2000; Hersilia Press, Oxfordshire, 2010), Filastrocca di sangue per il commissario
Cataldo (2000; Heyne, München, 2001) – entrambi finalisti al Premio Scerbanenco – Relazioni
pericolose per il commissario Cataldo (2001), Un nido di vipere per il commissario Cataldo (2003),
Cadaveri diversi (2004) per Piemme; Occhi nel buio (2006), Dipinto nel sangue (2007), Errore di
prospettiva (2008), Senza rimorso (2008), La belva (2009), La morte ha mille mani (2010) per
Hobby&Work; Una tranquilla città di paura (2013) per LCF Edizioni; Le stanze segrete (2014),
Paesaggio con figure morte (2015), Giorni di dubbio (2016) e Una tranquilla disperazione (2017)
per Cordero Editore. Ha contribuito all’antologia Scosse. Scrittori per il terremoto, Felici Editore,
2012, con il racconto Restituzione d’amore, e all'antologia GialloModena, Damster Edizioni, 2016,
con il racconto Morte di una studentessa




Nessun commento:

Posta un commento