martedì 2 ottobre 2018

Firenze Libro Aperto sciupata l'occasione di confermare il successo dello scorso anno

Carissimi amici del blog, sono andata a Firenze per la seconda edizione della fiera dei libri «Firenze Libro Aperto» che si è svolta in Fortezza da Basso da venerdi 28 a domenica 30 settembre.

Non posso nascondere la mia delusione, ero presente anche lo scorso anno e visto il successo che aveva riscosso, non avevo dubbi che sarebbe stata un'edizione con il botto, per superare ogni aspettativa e bissare i numeri del 2017.

Purtroppo così non è stato e non si tratta solo della mia impressione, curiosando tra gli stand e gli espositori, il malumore era evidente.

Suddivisa su due piani è apparsa troppo dispersiva, con enormi spazi vuoti tra gli stand, scarse le indicazioni al visitatore che l'esposizione proseguiva al piano superiore (molti editori hanno affisso cartelli fai da te), le sale presentazioni avevano locandine che riportavano le presentazioni del giorno precedente, il sito internet della fiera in tilt.  Non conosco i  numeri complessivi del pubblico ma indubbiamente non c'è stata la folla dello scorso anno.


E' stato comunque piacevole incontrare tutti gli amici autori e i blogger che avevo già visto a Torino.

Comincerei con gli amici di NpsEdizioni, guidati dal direttore editoriale Alessio Del Debbio. In occasione della Fiera erano presenti  gli ultimi titoli usciti per la nuova casa editrice, in particolare Giovani Inversi di Romina Lombardi, la silloge poetica dedicata al bullismo e i libri dei soci iscritti all'associazione.




Immancabile in fiera anche lo stand degli amici di Darkzone Edizioni, presenti numerosi autori e in programma anche la presentazione del romanzo Dodici Porte di Daisy Franchetto.


E per gli amanti della storia non si può trascurare un passaggio allo stand di Arpeggio Libero di Fabio Dessole. Anch'io mi sono fermata e mi sono fatta dedicare uno dei libri di Maria Grazia Pecci su Matilde di Canossa.


Un abbraccio vi aspetto alla prossima fiera.



1 commento: