mercoledì 3 aprile 2019

Quattro chiacchiere con l'autore: incontriamo Maria Teresa De Donato

Cari amici del Bosco,

oggi abbiamo nostra gradita ospite un'autrice di saggi, romanzi e poetessa. E' italiana ma vive da moltissimi anni in Texas e nei suoi scritti affronta tematiche molto particolari, come la malattia, l'amore, il sesso o la rabbia. Ci piaceva affrontare anche nel nostro Blog qualcosa di diverso dai romanzi e dunque le abbiamo chiesto se aveva voglia di sottoporsi alle nostre consuete quattro chiacchiere. Ha accettato volentieri.

Vi presentiamo Maria Teresa De Donato



·   Benvenuta sul blog “Il bosco dei sogni fantastici”, questo è il tuo momento, io e tutti i miei lettori vogliamo conoscerti meglio, raccontaci chi sei e come ti sei avvicinata alla scrittura?

Inizio con il ringraziare voi tutti per questa intervista nonché tutti coloro che ci seguiranno.
Mi chiamo Maria Teresa De Donato,  sono nata e cresciuta a Roma dove ho vissuto fino agli inizi del 1995 e cioè fino a quando, per motivi familiari, mi sono trasferita definitivamente negli USA.
A Roma ho iniziato a studiare sin da piccola l'inglese, lingua che poi ho proseguito alle scuole medie e all’I.T.T. “J. F. Kennedy” dove mi sono diplomata quale Perito Tecnico per il Turismo e dove all’inglese ho affiancato anche francese e tedesco.  Ho continuato poi due anni l’indirizzo linguistico all’Università “La Sapienza”, Facoltà di Magistero, Dipartimento di Lingue e Letterature  Straniere Moderne, che però ho abbandonato alla fine del secondo anno non sentendomi motivata a proseguire quel tipo di studi.  Dal 1980 al 1982 ho anche studiato giornalismo presso la Scuola Superiore di Giornalismo “Accademia” ed ho anche collaborato, quale assistente editoriale, con un mio professore dell’I.T.T., Dr. Aurelio Trapani, alla revisione e all’aggiornamento dei suoi tre volumi di Geografia Turistica.

Sin da bambina ho amato molto leggere e scrivere ed, infatti, i miei primi articoli furono pubblicati sul giornale In Cammino mentre frequentavo ancora le elementari. Per una ragione o per l’altra, però, questa mia grande passione – lo scrivere, per l’appunto – è rimasta più o meno chiusa per molti anni in un cassetto.  È stato, infatti, solo una volta che mi sono trasferita negli USA che, a causa dei limiti imposti dalle leggi di immigrazione e dai conseguenti visti che ho avuto a lungo e che per anni non mi hanno permesso di lavorare, che ne ho approfittato per fare ciò che veramente mi piaceva ed avevo sempre sognato.  Il limite imposto dalla burocrazia ha rappresentato, quindi, per me un trampolino di lancio.  Così ho ripreso gli studi giornalistici diplomandomi all’American College of Journalism ed ho iniziato a collaborare con riviste sia americane sia europee pubblicando articoli su tematiche diverse.  Mi sono anche cimentata nella poesia ottenendo anche una Honorable Mention ed il President’s Award of Literary Excellence. Successivamente, dopo aver ultimato il mio percorso accademico con le lauree Bachelor, Master e Dottorato in Salute Olistica, sono approdata alla mia prima pubblicazione, che è stata proprio la tesi del mio dottorato.  A quel primo libro ne sono poi succeduti altri.




·         Nel tuo curriculum abbiamo letto che sei Dottoressa in Salute Olistica e Life Coach. Ci spieghi di cosa si tratta?

L’Olismo è un principio filosofico e metodologico di alcune scienze ed è basato sull’assunto che i sistemi complessi non possono essere ridotti alla mera somma delle parti che lo compongono, così come le leggi che regolano la totalità non possono essere ridotte alla semplice composizione delle leggi che regolano le parti costituenti.
Per dirla in un linguaggio più semplice: l’Uomo – così come qualsiasi altra creatura vivente – non è il semplice risultato dell’insieme delle cellule, degli organi e delle funzioni che lo costituiscono, ma anche il risultato della continua e totale interconnessione di ogni singolo elemento con tutti gli altri, con tutto il resto che forma ‘l’insieme’, la “totalità”.  Quando si parla di ‘olismo’, quindi, ci si riferisce al fatto che corpo (ossia fisicità/materialità), mente e spirito (ossia componenti energetiche, invisibili, non palpabili) compongono un ‘ensemble’, un insieme, già a livello cellulare, perennemente interconnesso, in continua comunicazione con tutto il resto.
Così, dunque, mentre nella medicina tradizionale il medico che la pratica, tranne rari casi, si focalizza sulla ‘cura della malattia’ cercando di sopprimere i sintomi poiché li vede come nemici da sconfiggere, nelle metodologie olistiche, quali ad esempio la Naturopatia Tradizionale, l’Omeopatia, l’Ayurveda, la Medicina Tradizionale Cinese e molti altri sistemi olistici, il praticante di detta disciplina, al contrario, si focalizza sul paziente/cliente nella sua totalità e vede il sintomo quale esso realmente è, ossia come il modo in cui il corpo del paziente/cliente cerca di comunicare il proprio disagio, di avvertire di un pericolo, di una situazione di squilibrio che si è creata. 
Io, come Dottoressa in Salute Olistica, prendo quindi in considerazione tutti questi aspetti. Nella mia pratica miro ad identificare la vera causa del problema e, tramite rimedi naturali, che possono comprendere integratori alimentari, erbe e/o rimedi omeopatici, nonché consigli su cambiamenti di stile di vita ed alimentazione, ma anche su modi di ragionare, di percepire la vita, gli altri e le situazioni in cui ci imbattiamo e che possono di per sé contribure a malesseri, a sintomi e persino alla manifestazione di malattie, cerco di aiutare l’individuo a ripristinare una situazione di equilibrio a livello corpo-mente-spirito.  Bisogna ricordare, infatti, che il corpo ha in sé (questo parlando in linea generale a meno che alcune funzioni fondamentali non siano state irrimediabilmente compromesse) la capacità di autoregolarsi, di promuovere l’autoguarigione ripristinando un suo equilibrio.   
Per quanto riguarda le discipline olistiche, io sono specializzata in Naturopatia Tradizionale, Omeopatia Classica, Alimentazione ed Erbalismo sia occidentali sia orientali (il che include l’applicazione di principi di Ayurveda e di Medicina Tradizionale Cinese e di altre metodologie).
Per quel che concerne, invece, la mia attività di Coaching, questa è iniziata più di 35 anni fa come coaching personale e spirituale.  Nel tempo ha poi incluso, in virtù di miei lavori e collaborazioni nel settore, anche Istruzione e Carriera.  È stato poi proprio grazie ai miei studi accademici olistici, che il mio coaching è divenuto un Coaching a 360̊ finendo con l’includere anche Salute e Benessere. Nell’ambito del Coaching ho conseguito le certificazioni in Gestione dell’Ira, Analisi del Conflitto, Negoziazione e Gestione del Conflitto, Comunicazione Strategica per Coppie.






·         Hai scritto molti libri di natura scientifica e un romanzo. Quale tipo di scrittura ti è più congeniale? Perché?

La mia natura eclettica mi porta ad avere una molteplicità di interessi, quindi molti sono i temi e le discipline che mi appassionano e di cui mi piace scrivere.  Avendo uno stile semplice, diretto, ed in un certo senso ‘descrittivo’, mi sento particolarmente portata per la narrativa, quindi per saggistica e romanzi, anche se, come ho anticipato prima, mi sono cimentata anche nella poesia ottenendo, proprio in questa categoria, dei riconoscimenti letterari.  



·         Nei prossimi mesi pubblicheremo le segnalazioni dei tuoi libri, vuoi anticipare brevemente ai lettori di cosa trattano?

Volentieri.  Come ho già menzionato, il mio primo libro è stato proprio la mia tesi di dottorato The Dynamics of Disease and Healing – The Role that Perception and Beliefs Play in Our Health and Wellness (Dinamiche della Malattia e della Guarigione – Il Ruolo che Percezione e Credenze rivestono nella nostra Salute e nel nostro Benessere). Si tratta di una ricerca metodologica qualitativa che ha esaminato molti aspetti, non visibili, non palpabili, quindi spesso non ‘provabili/dimostrabili’ attraverso le normali attività di laboratorio, tra cui, per l’appunto, le percezioni e le credenze/convinzioni e molti altri che, alla luce di ricerche scientifiche ed anche dell’osservazione di 7 casi che ho esaminato io personalmente e di cui ho riportato i risultati, sembrano rivestire un ruolo fondamentale sia nella formazione di sintomi e di malattie sia nei processi di guarigione.  Di questo lavoro ho realizzato anche una versione kindle più breve ed in cui sono comunque riportate sia le mie osservazioni dei 7 casi sia i risultati ottenuti.  La versione kindle l’ho intitolata Disease and Healing Dynamics (Dinamiche della Malattia e della Guarigione).  A questi lavori sono succeduti un libro di carattere motivazionale, DARE to RISE – Reshaping Humanity by Reshaping Yourself (OSA ELEVARTI – Rimodellare l’Umanità Rimodellando Te Stesso), di cui sono coautrice con il mio collega Denis Gorce-Bourge; un altro libro a carattere spirituale e religioso, Hunting for the TREE of LIFE – A Spiritual Journeu in the Garden Traditions (Andando a caccia dell’ALBERO della VITA – Un Viaggio Spirituale nelle Tradizioni del Giardino), di cui sono coautrice con la Dr.ssa Anneli Sinkko, ex Ministro di Culto; Conquistare l’Invisibile – Approccio Olistico al PTSD, una pubblicazione che affronta il tragico problema del Disordine da stress post-traumatico (dall’inglese Post-traumatic Stress Disorder), che purtroppo miete ogni anno migliaia di vittime, e di come le metodologie olistiche ed altre tecniche e/o attività terapeutiche possono aiutare il paziente a migliorare le proprie condizioni di vita e, laddove possibilie, facilitare la guarigione.  Questa pubblicazione (disponibile anche in inglese, sia in versione cartacea sia kindle) è stata poi seguita da un’altra sulla menopausa, intitolata MENOPAUSA – I migliori anni della mia vitaPrepararsi a godere appieno degli anni della perimenopausa, menopausa e post-menopausa, che nella sua essenza vuole essere un testo non solo atto a promuovere salute e bessere a tutti i livelli, ma anche motivazionale incoraggiando le donne a rivoluzionare il loro modo di concepire e di approcciare questo importantissimo periodo della propria vita che, al contrario di quanto uno possa immaginare, può e dovrebbe portare anche tanti cambiamenti positivi.  Anche questa pubblicazione è disponibile sia in inglese sia in italiano, in entrambe le versioni cartacea e kindle.  Il mio ultimo lavoro pubblicato è un romanzo fiction, OCEANO di SENSI (Italiano, inglese, cartaceo e kindle).  Si tratta di un romanzo d’amore, ma anche di un romanzo sulla Vita e sulle sorprese che questa può riservarci quando meno ce lo aspettiamo.  È sicuramente un romanzo introspettivo e, benché non lo fosse nelle mie intenzioni iniziali, è a tutti gli effetti anche altamente erotico in quanto per me è semplicemente impossibile prescindere l’Amore dalla sessualità, proprio perché le componenti corpo, mente e spirito sono indissolubilmente connesse le une alle altre. 




·         Perchè un lettore dovrebbe scegliere di leggere i tuoi libri?

Dipende dalla pubblicazione, dai temi che tratto e, naturalmente, dai gusti e dagli interessi personali del lettore.  Le tematiche che affronto possono interessare un pubblico molto vasto, così come in molti possono amare leggere romanzi sì erotici, sì d’amore, ma anche che abbiano uno sfondo storico e che in qualche modo possano arricchire culturalmente e far riflettere... Per quanto mi riguarda, cerco sempre di ispirare, di incoraggiare, di motivare all’azione.  Mi reputo una “visionaria”, un’idealista con uno spiccato senso pratico, una sognatrice e grande esteta.  Ho il culto del bello, dei sentimenti nobili, puri, solidali.  Il mio linguaggio, come ho citato prima, è semplice, diretto, scorrevole.  Miro al cuore, a stabilire una connessione a livello di emozioni, l’unica che permetta veramente di ‘comunicare’, di far sì che il messaggio arrivi.  Sono molto felice quando i miei lettori mi scrivono che hanno amato il mio libro, che ho aperto loro gli occhi su alcuni punti, che ho contribuito a dare una svolta alla loro vita.  Non c’è gratificazione più grande, a mio modesto avviso, di quella di sapere di aver aiutato gli altri ed aver, così facendo, “contribuito a rendere questo mondo un posto migliore”, come in molti hanno commentato le mie attività e le mie pubblicazioni.


·         Quali sono i tuoi progetti futuri?

Al momento sto lavorando ad altri lavori tra cui un romanzo autobiografico-storico-genealogico di prossima pubblicazione, anche questo sia in italiano sia in inglese, nelle versioni sia cartacea sia kindle.  Altri progetti “bollono in pentola”...




·         Come possiamo trovarti sui social?

Sono presente su varie piattaforme tra cui Facebook, Linkedin, Twitter, Viadeo, Xing, About.me.  Chi lo desiderasse può anche seguirmi sul mio sito http://www.dedoholistic.com/ (con link alla versione italiana) e blog http://holistic-coaching-dedonato.blogspot.com/ e/o sul mio profilo di Autore Amazon https://www.amazon.com/Maria-Teresa-De-Donato-PhD/e/B019G68L8Q


Grazie per questa opportunità e grazie ai lettori per averci seguito.





Nessun commento:

Posta un commento